30 minuti

Eccomi in aeroporto in attesa del volo, che nel rispetto delle abitudini italiane, parte con 15 minuti di ritardo.

Emozionato? Meno del previsto, ero spaventato quando nel 2009 sono andato a vivere a Padova, ero preoccupato quando nel 2011 mi sono trasferito a Milano, ora sono mi sembra di partire per una vacanza più lunga del normale o una crociera.

Allonz y!

Annunci

In valigia c’e’ spazio per un libro, uno solo, speciale.

Chi mi conosce sa che in quanto persona estremamente razionale (“da far schifo” N.d. Hellolen) non sono minimamente scaramantico e anzi tendo a vedere la vita da un punto di vista statistico/probabilistico.

Che noia eh ? 😀

In compenso posso coccolare tutti i gatti neri che voglio e il venerdi’ 17 è solo il giorno che precede il sabato 18! Insomma Libertà di azione senza compromessi…

Ma (c’e’ sempre un “ma”)

C’e’ un rito al quale non riesco a venire meno ed è di portarmi dietro un libro cartaceo (si anche se ho il kindle). Non è un portafortuna, è un promemoria di come va affrontata la vita: con slancio e determinazione, per se stessi ma anche senza tralasciare gli altri. Insomma a non lasciarsi travolgere ma a cercare sempre di rialzarsi e combattere.

Niente a che vedere con "Io sono Leggenda"...
Niente a che vedere con “Io sono Leggenda”…

E’ anche una edizione speciale, comprato usato in una libreria in irlanda durante un viaggio divertentissimo con alcuni buoni amici. Insomma questo libro è carico di emozioni ed era con me quando mi sono trasferito a Milano. E mi accompagnerà in questo viaggio avventuroso in Inghilterra 🙂

“If you want to fight evil, you have to climb down in the slime to do so.”

-2 alla partenza, destinazione Londra.

Sabato 8 febbraio 2014 è un momento particolarmente epico per me: si tratta del momento in cui mi imbarcherò dall’aeroporto di Caselle per atterrare a Londra.  Nella cara terra di Albione ci sono già stato diverse volte, ma questa volta vado per (provare) a restarci.

Dovrei dire che sono emozionatissimo ma in realtà quasi tutto è stato “mentalmente” pianificato da almeno un anno. Probabilmente ho rivissuto questo momento più e più volte nella mia testa, simulando varie situazioni e condizioni, per cui più di tanto non sono scosso!

Un elemento che forse sta mantenendo sana la mia testa è che non sto lasciando nulla. Gli amici sanno che ho sempre avuto questo sogno di fare un’esperienza all’estero e più di tanto non sono stupiti: la ragione è che nel corso del tempo gli amici veri sono rimasti accanti e le “conoscenze” sono state allontanante. Tutti quelli che ho salutato, sanno che è un arrivederci non un addio 🙂

Meta e primo impatto

Riassumendo:

  • l’8 febbraio alle 11 parto per Londra da Caselle (aeroporto di torino)
  • Ho preso una stanza tramite airbnb nella zona di Bethnal Green (londra est)
  • l’11 febbraio ho il primo colloquio lavorativo
  • Nel frattempo sto prendendo accordi per altri colloqui

Informazione di servizio

Ho attivato un servizio di newsletter dove potete (volontariamente) iscrivervi, per ricevere in email questi aggiornamenti. Potreste anche seguire il mio profilo facebook o twitter, ma se non volete usare i social, l’email resta il metodo più diretto ed efficace 🙂

Vi potete iscrivere registrandovi qua.

Allonz-y!

Immagine originale di http://www.flickr.com/photos/53370644@N06/
Immagine originale di http://www.flickr.com/photos/53370644@N06/

…e che non ha voglia di fermarsi, per ora.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: